Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

OK
MENU
Informiamo la gentile clientela che il negozio sarà chiuso per la pausa estiva dal 27 luglio al 31 agosto compresi. Gli ordini saranno spediti alla riapertura il 2 settembre.

Orologiai da tre generazioni. Ma confidiamo nella quarta !

22/01/2016

Il fascino dell'orologio meccanico ha superato periodi bui, come gli anni '70 che praticamente misero in ginocchio l'orologeria svizzera con gli orologi al quarzo giapponesi.  Nonostante questo è riuscito a conservare una fetta di sostenitori ed appassionati. Chi acquista un'orologio meccanico non lo fa sicuramente per avere a disposizione l'ora esatta, ma perchè mette l'emozione davanti alla precisione. Non è un caso che l'orologio meccanico sia una prerogativa molto maschile. La donna ha a disposizione molti 'accessori' da indossare a differenza dell'uomo che ama cambiarlo anche nel corso della giornata.

Ma un nuovo nemico sembra minacciare l'orologio meccanico che tanto amiamo. La minaccia stavolta arriva dai giganti tecnologici quali Samsung, Google, Apple. L'industria svizzera non sembra granchè preoccupata e afferma che gli smartwatch non sostituiranno i loro orologi ma saranno complementari. L'orologio meccanico svizzero rimarrà un oggetto di status sociale e un valore patrimoniale o persino un valore rifugio come alcune opere d'arte.  Sta di fatto che l'industria dell'orologeria svizzera produce sempre meno orologi e sempre più cari. Quindi i marchi svizzeri di gamma bassa e media saranno quelli più a rischio. 

Una minaccia nascosta, ma insidiosa è invece la mancata fornitura di pezzi di ricambio agli orologiai. I grandi colossi svizzeri stanno lavorando per costringere i loro clienti che hanno necessità di intervento sul proprio orologio, sia esso una semplice revisione o una riparazione, a rivolgersi alla casa madre imponendo prezzi a volte insensati ( superando il valore stesso dell'orologio) e tempi che hanno dell'incredibile. Che senso ha investire su un'orologio se in caso di rottura sono costretto a buttare come una qualsiasi Swatch ? 

Come ogni genitore nutriamo la segreta speranza che i nostri figli possano portare avanti il lavoro inziato con il nonno Giulio Cesare, portato avanti da nostro padre Armando e continuato da entrambi i figli Giulio e Stefano Piana.